IN CORSO NEL NEGEV L'ESERCITAZIONE "BLUE FLAG 2021". PARTECIPA ANCHE L'ITALIA

 

GERUSALEMME - Una sessantina di caccia di Israele, Germania, Italia, India, Francia, Regno Unito, Stati Uniti e Grecia da giorni sorvolano i cieli del Medio Oriente per l'esercitazione "Blue Flag 2021", iniziata domenica e terminerà il prossino 28 ottobre. Presenti anche un migliaio di soldati. Oltre che consolidare l'amicizia e le alchimie tra gli Stati, l’obiettivo di questi otto Paesi è quello di sviluppare l’interoperabilità e la forza della coalizione.

 

L'esercitazione si svolge presso la base aerea di Uvda, nel deserto israeliano del Negev. "Blue Flag 2021" è una occasione per rafforzare la sinergia e la cooperazione frutto dell'integrazione delle operatività dei caccia di quinta generazione Lockheed Martin F-35 con fighter di generazione precedente. Presenti anche i General Dynamics F-16 ed i McDonnell Douglas F-15, oltre a velivoli di intelligence (Caew) ed Eurofighter. 

 

L'Aeronautica militare italiana è presente con gli F-35A del 32esimo Stormo, e con un aeromobili G-550 Caew - sviluppato da Israel Aerospace Industries (Iai) del 14esimo Stormo. Questa è la quinta volta che Israele ospita l’esercitazione nel deserto.

***